Senza categoria

Milano ignorante, Milano che amo. Elisabetta Gatti Biggì

Niente è interessante quanto la passione, perché tutto lì è imprevisto, e colui che agisce è anche quello che subisce.
Libro dell’Amore – Stendhal

Il mio vedere lo definisco “ignorante”, nasce dalla pancia, da un’emozione che ricevo ancor prima di vedere.
Arrivo dalla scrittura, che è il mio mestiere, e non è per bene graffia ti tira un ceffone fa lo sgambetto corre veloce e ti fa venire il fiatone.
Arrivo dalle parole e sono finita planando sulla fotografia. Parole e immagini forse non sono la stessa cosa?
Ho viaggiato molto, sacco a pelo e scarp del tennis, ho fatto incontri straordinari e scritto immagini belle di genti, luoghi, emozioni.
Per scoprire che non serve andare lontano quando hai gli occhi dello stupore.
Da poco fotografo Milan con il filo conduttore della vita, sempre lei, che si arrotola s’aggroviglia si intrufola e si mescola senza soluzione di continuità.

Categorie:Senza categoria

Rispondi