Giovanni Raspini Milano Mood Portrait concorso fotograficofotografia

Concorso fotografico: regolamento del Giovanni Raspini Milano Mood Portrait

Concorso fotografico: regolamento del Giovanni Raspini Milano Mood Portrait.

Giovanni Raspini Milano Mood Portrait concorso fotografico

Giovanni Raspini Milano Mood Portrait concorso fotografico – partnership PhotoMilano e Casa Museo Spazio Tadini

La società ARGENTERIE GIOVANNI RASPINI SPA con sede in L.go Torricelli, 1 Pieve al Toppo (AR) C.F./P.IVA 01852960515 (di seguito nominata “Organizzatore”), promuove il concorso fotografico dal titolo ‘GIOVANNI RASPINI MILANO MOOD PORTRAIT’’.

L’Organizzatore si avvale del supporto operativo del club fotografico PhotoMilano con sede in Via Niccolò Jommelli, 24 – Milano

La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti i fotografi e fotoamatori di qualsiasi età e nazionalità. L’eventuale partecipazione di fotografi minori dovrà essere autorizzata da chi ne esercita la responsabilità genitoriale.

Allegati al presente documento da scaricare in formato PDF:

Scheda di partecipazione > clicca qui per scaricarla in formato PDF

Liberatoria e autorizzazione alle riprese fotograficheclicca qui per scaricarla in formato PDF

Art 1. Finalità del concorso fotografico Giovanni Raspini Milano Mood Portrait

Il concorso è finalizzato alla promozione dell’arte fotografica, alla raccolta di foto inedite ambientata nella città di Milano e all’organizzazione di una mostra dedicata presso la Casa Museo Spazio Tadini di Milano sito in Via Niccolò Jommelli, 24, da giovedì 17/01/2019 al 16/02/2019.

Art 2. Temi

Il concorso fotografico si articola in due sezioni con soggetto la città di MILANO e nello specifico le seguenti sezioni:

Street Style & Fashion

La moda e il suo mondo. Il fashion letto come sistema di segni. L’outfit messo in scena dalle maison così come, quotidianamente e con gli accostamenti più eterogenei, dalle persone nelle vie di Milano.
Le vetrine dei negozi, il vendere la moda, le scelte di stile nella quotidianità, ma anche l’artigianalità e la manualità della lavorazione, tutte le espressioni della moda a partire dalla sua progettualità alla sua comunicazione. Nel contesto della città simbolo del fashion.

Urban Design & People

Milano capitale italiana del design e della nuova architettura. Gli spazi e le atmosfere progettate dagli urbanisti e vissute dalla gente. Lifestyle “on the road“.
Il progetto architettonico della città. I grattacieli, i parchi, gli interni, il sovrapporsi di elementi stilistici differenti – che pur creano un unico inconfondibile panorama – sempre più vissuto e condiviso dalle persone.

Si può partecipare con un numero massimo di 2 opere fotografiche, indifferentemente dal tema prescelto, in b/n o colore

Art 3. Caratteristiche delle immagini

Le immagini devono essere di proprietà dell’autore, inedite e non in corso di pubblicazione, mai esposte in mostre, scattate nel periodo compreso dal 01/10/2017 al 10/12/2018.

È ammesso un moderato uso di fotoritocco (livelli/curve/saturazione e contrasto etc.); la giuria tuttavia favorirà le opere che non siano il risultato di operazioni di computer-grafica. Non sono ammesse immagini di sintesi realizzate esclusivamente con appositi programmi e modelli di computer grafica che non contengano almeno una componente fotografica.

L’organizzatore si riserva di richiedere agli autori la prova di veridicità attraverso la presentazione dei file RAW o scatti in sequenza JPG. I file dovranno essere forniti entro cinque giorni dalla richiesta dell’organizzazione, per le verifiche e la conferma del verbale di giuria.

Art 4. Modalità e termini di partecipazione

E’ possibile presentare la propria iscrizione dal 01.11.2018 al 10.12.2018

Le opere in file digitali dovranno essere in formato JPG profilo colore sRGB delle dimensioni di max 2400 pixel nel lato maggiore, risoluzione 300 dpi e non superiore a 10 megabyte. Il nome del file deve essere cosi composto: CognomeNome-Titolo-Luogo di realizzazione-anno di realizzazione-sezione scelta. Non è consentito l’utilizzo di lettere accentate, apostrofi o caratteri speciali, ad esempio: Pietro Bianchi che presenta la fotografia intitolata “Felicità dell’anima”, scattata a Milano per la prima sezione presenterà il file BianchiPietro-FelicitaDellAnima-Milano- 2018-STREETSTYLE&FASHION.jpg

E’ richiesto ad ogni fotografo partecipante un testo di presentazione e biografia in italiano e inglese (massimo 1.000 caratteri spazi inclusi per ogni lingua), da riportare in fondo alla Scheda di partecipazione > clicca qui per scaricarla in formato PDF

La Scheda di partecipazione e l’eventuale (in caso di soggetti protagonisti nella fotografia realizzata) liberatoria e autorizzazione alle riprese fotograficheclicca qui per scaricarla in formato PDF – debitamente compilate devono essere inviate contestualmente al/ai files immagine e dovrà pervenire al seguente indirizzo mail: milanomoodportrait@gmail.com anche tramite WeTransfer o analogo servizio.

L’oggetto della mail deve riportare “GIOVANNI RASPINI MILANO MOOD PORTRAIT

Art 5. Motivi di esclusione dal concorso

Costituiscono motivi di esclusioni dal concorso:

  • il mancato rispetto del termine ultimo di presentazione;

  • la mancata indicazione dei dati richiesti sul nome del file

  • la mancata sottoscrizione della scheda di partecipazione;

  • l’invio di fotografie non conformi ai requisiti tematici stabiliti dal bando.

Art 6. Giuria

Tutte le immagini saranno presentate ad una apposita Giuria che giudicherà a suo insindacabile ed inappellabile giudizio le opere premiate, eventuali opere segnalate e le opere ammesse alla mostra.

La Giuria sarà composta da:

Giovanni Raspini (designer e presidente azienda promotrice)

Francesco Tadini (fondatore di PhotoMilano – Club fotografico milanese)

Roberto Mutti (direttore artistico del Milano Photo Festival)

Michele Smargiassi (giornalista e curatore del blog Fotocrazia)

Alessia Glaviano (photo editor e caporedattore Vogue Italia)

Leonello Bertolucci (Fotografo, photoeditor, giornalista, docente all’Istituto Italiano di Fotografia)

Federicapaola Capecchi (curatrice indipendente e coreografa)

Melina Scalise (giornalista, psicologa e presidente Casa Museo Spazio Tadini)

Francesco Maria Rossi (giornalista, scrittore e copywriter azienda promotrice)

In caso di eventuali impedimenti di uno o più giurati designati, si provvederà ad una sostituzione che sarà comunicata sul sito web https://photomilano.org . L’Organizzatore si riserva di integrare la composizione della Giuria con altre personalità professionisti che possono contribuire ad una più approfondita valutazione.

Art 7. Premi del Giovanni Raspini Milano Mood Portrait

Le fotografie risultate vincitrici nelle sezioni tematiche saranno premiate con la consegna dei seguenti premi:

Sezione STREET STYLE & FASHION:

1° premio: premio di € 1.500,00 + premio in bronzo bianco o argento prodotto dall’Organizzatore.

2° premio: premio di € 500,00 + premio in bronzo bianco o argento prodotto dall’Organizzatore

3° premio: premio di € 500,00 + premio in bronzo bianco o argento prodotto dall’Organizzatore

Sezione URBAN DESIGN & PEOPLE:

1° premio: premio di € 1.500,00 + premio in bronzo bianco o argento prodotto dall’Organizzatore.

2° premio: premio di € 500,00 + premio in bronzo bianco o argento prodotto dall’Organizzatore

3° premio: premio di € 500,00 + premio in bronzo bianco o argento prodotto dall’Organizzatore

I vincitori verranno resi noti con comunicazione scritta – anche via mail – e con contestuale pubblicazione sul sito di Photo Milano – club fotografico milanese: https://photomilano.org/ entro il 31.12.2018, inoltre dovranno garantire la loro presenza alla premiazione. La premiazione dei vincitori avverrà la sera dell’inaugurazione della mostra presso lo Spazio Tadini, Via Niccolò Jommelli, 24, Milano il giorno giovedì 17 gennaio 2019.

Ai vincitori verrà fatta firmare una liberatoria di consegna del premio ricevuto.

Art 8. Mostra e pubblicazioni

Le fotografie premiate, segnalate ed ammesse saranno esposte nella mostra GIOVANNI RASPINI MILANO MOOD PORTRAIT per un mese a partire dall’inaugurazione -17/01/2019 e saranno pubblicate nel libro fotografico stampato in seguito, a cura dell’Organizzatore.

Le foto in mostra avranno una dimensione di 20x30cm.

Art 9. Proprietà e disponibilità delle fotografie

Ogni partecipante è responsabile delle opere presentate e di quanto dichiarato nella Scheda di partecipazione. L’autore, inoltre, garantisce che le immagini e i relativi diritti che si conferiscono all’Organizzatore ai fini del concorso stesso non ledono i diritti di terzi e che pertanto ha ottenuto l’assenso delle persone eventualmente ritratte.

Ogni autore deve essere in possesso della specifica liberatoria prevista dalla legge in caso di partecipazione con immagini raffiguranti minori e/o soggetti dal volto riconoscibile.

Ogni partecipante autorizza la pubblicazione e la diffusione delle proprie immagini che potranno essere utilizzate gratuitamente per pubblicazioni inerenti il concorso stesso. Ad ogni uso dell’opera verrà indicato il nome dell’autore.

I file inviati rimarranno nella disponibilità dell’Organizzatore per gli usi che lo stesso riterrà opportuni come ad esempio articoli su carta e web, comunicati stampa, materiale multimediale e documentazione, riprese video e televisive, pubblicazione sul libro fotografico sopra descritto.

L’Organizzatore concede al Photo Milano-club fotografico Milanese la possibilità di pubblicare sul proprio sito web, blog e canali social le fotografie che riterrà opportune al fine di dare massima visibilità alla mostra nell’interesse dei partecipanti.

Il presente Regolamento, unitamente al modulo d’iscrizione possono essere scaricati dal sito https://photomilano.org

La richiesta di partecipazione al concorso tramite la sottoscrizione della Scheda di partecipazione implica la completa ed incondizionata accettazione del presente regolamento.

Questo concorso fotografico non rientra nel novero delle manifestazioni a premio ai sensi dell’art. 6 comma1, lettera a) del d.P.R. n. 430/2001.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.