Senza categoria

Muri sparlanti di cani randagi – Elisabetta Gatti Biggì

i muri di milano non sono muri normali. graffiano urlano tirano schiaffi raccolgono quelli che passano e lasciano un segno come i cani.
i muri di milano sono portoni finestre marciapiedi treni qualsiasi cosa, in qualsiasi luogo.
i muri di milano non si trovano da nessun’altra parte. prova, ad andare a Buenos Aires o Bogotà. non li trovi, dei muri così.
si accavallano si sommano si impaginano si affollano si confondono tutti uguali tutti insieme senza pudore graffiando la normalità.

(progetto in corso)

Categorie:Senza categoria

Rispondi