fotografia

Uno strappo…mille storie! Dedicato a Mimmo Rotella, di Marisa Di Brindisi

Manifesti ovunque: pubblicità, eventi, teatro, musica, sport. E così la città si veste e si anima.

Manifesti così perfetti da lontano, ma terribilmente sfaccettati da vicino, svelano ai nostri occhi sotto ogni strappo, tutte le loro storie nascoste!

Approcciarsi e tentare di avvicinarsi al lavoro di Mimmo Rotella è un’impresa abbastanza difficile, necessiterebbe uno studio molto più approfondito.

In questo viaggio nel mondo dei manifesti, quello che mi ha sorpresa è la diversa modalità di osservazione di un oggetto, come può essere un semplice manifesto.

A catturare la mia attenzione e stimolare cusiosità, è proprio quel sovrapporsi di fogli: l’uno sull’altro e poi ancora su, cercando così di immaginare tutto quello che accade sopra e sotto quegli innumerevoli strati, le tante storie che sono passate attraverso pareti, ferro ecc.

Manifesti così sottili e leggeri e al tempo stesso rigidi, quasi cartonati che il tempo lentamente solleva e strappa fino a riscoprire il muro….e pronti per cominciare una nuova storia.

Marisa Di Brindisi

Rispondi