fotografia

OMAGGIO A MIMMO ROTELLA -Nulla da inventare- Fabio Natta

Nulla da inventare. Manifesti sui muri, strappati da mani furtive, lacerati dall’acqua e dal sole, scoloriti dal passare del tempo. E’ tutto lì. Qualcuno mette e qualcuno toglie, come in un gioco tra bambini. Ma in mezzo a questo mettere e togliere cerco di leggere ciò che non c’è: due occhi che mi scrutano, due volti che si sfidano un sorriso ammiccante, una donna forse pensierosa o forse innamorata… chissà. Rimango a guardare e cerco di capire come si possa rimanere catturati da semplici tabelloni strappati. Una sfida che ho raccolto con qualche dubbio ma che, strada facendo, mi ha coinvolto sempre di più, stimolando la mia ricerca e la mia curiosità.

E’ quindi con lo spirito di una sfida con me stesso che propongo queste fotografie, senza la pretesa di imitare qualcuno, ma con l’orgoglio di mettermi sempre in gioco.

Fabio Natta

Rispondi