fotografia

CASTELLO DI ZAK, film numero 1: L’abbandono – Elisabetta Gatti Biggì

CASTELLO DI ZAK
film numero 1: l’abbandono

una giornata di cielo bianco uggia freddo e umido nelle ossa. scavalchi sterpaglie eviti buche vetri rotti sali scale a pezzi entri nel buio ti stringi nella sciarpa.
ti fai assorbire da quello che una volta era involucro di produzioni uomini attività ticchettio di macchine per scrivere passi nei corridoi telefoni che squillano.
e vedi il silenzio, ascolti il vuoto.

Rispondi